Visitor Recordings by Visitor Analytics
  • Daniela Spano

Se i lavoratori non indossano i DPI....

Solita premessa chiarificatrice: indossare i Dispositivi di Protezione Individuale forniti dal Datore di Lavoro è un obbligo di legge a carico di ogni lavoratore, sancito dal D.Lgs. 81/08.

La maggior parte dei lavoratori comprende l'importanza di indossare i DPI durante il loro lavoro. Ma per ogni dipendente che comprende, c'è di solito un testardo che preferisce giocare d'azzardo con la propria vita. Rifiutarsi di indossare DPI o trascurare l'equipaggiamento di sicurezza può essere molto dannoso, sia per l'individuo che per l'intera azienda; e convincere i dipendenti a indossare DPI a volte può essere un percorso in salita.

A seconda delle attività lavorative svolte, non indossare i DPI espone i lavoratori a rischi nel breve, medio e lungo termine, come per esempio:

  • Essere colpiti da oggetti o detriti che cadono

  • Urti, tagli

  • Respirare aria contaminata da agenti nocivi

  • Ustioni chimiche

  • Scosse elettriche

  • Esposizione a rumori o vibrazioni eccessivi.

  • Polveri, radiazioni o sostanze chimiche che danneggiano gli occhi.

  • E tantissimi altri........

Alcuni effetti richiedono anni di esposizione per svilupparsi (effetti a lungo termine), come la perdita dell'udito indotta dal rumore e l'asma professionale (o anche il cancro). Questi possono essere prevenuti solo indossando debitamente e costantemente i DPI: quando la malattia professionale si manifesta è generalmente troppo tardi. Gli effetti a breve termine sono quelli che si manifestano a seguito di infortunio, quindi in occasione di un evento con causa violenta. Tipico esempio sono le schegge negli occhi di coloro che non indossano gli occhiali di sicurezza. D'altro canto però, la corretta individuazione dei DPI per ciascuna attività svolta è un onere a carico del Datore di Lavoro. La scelta sbagliata di un DPI potrebbe essere un elemento rilevante in un processo a seguito di infortunio, indipendentemente dal comportamento ligio o meno del dipendente.


Per quali i motivi un lavoratore può rifiutarsi di indossare i DPI?

- Negligenza

- Motivi medici

-In alcune nazioni, per motivi religiosi (si immagini il problema del turbante al posto dell'elmetto)


Nel primo caso è legittimo il licenziamento di un lavoratore che, nonostante i ripetuti richiami, si rifiuti di indossare i DPI. Con questo orientamento la Cassazione n. 18615/2013 ha evidenziato la responsabilità in capo ai lavoratori. Ulteriore conferma da Cassazione n. 25392/2013: a fronte di violazione reiterata, si considera legittimo il licenziamento del lavoratore che non abbia fatto uso dei DPI. la Sentenza Cassazione n. 18615/2013.


Nel secondo caso è bene andare incontro alle richieste del lavoratore, coinvolgerlo nella scelta del DPI, anche e soprattutto col supporto del Medico Competente. Accade spesso che i lavoratori non possano indossare determinati tipi di guanti per problemi di dermatite o che alcune scarpe antinfortunistiche non siano adatte a chi indossa un plantare. Ancora più

Esempio di sovraocchiale di sicurezza

comune la condizione di chi porta gli occhiali da vista e non riesce ad indossare i comuni occhiali di sicurezza.

In queste circostanze, il dipendente è ovviamente ancora tenuto a indossare i DPI, ma la responsabilità torna al datore di lavoro: è necessario trovare dispositivi che tengano conto delle esigenze ergonomiche o di salute del lavoratore e che possono essere adattati all'utilizzatore secondo le sue necessità (Art.79).


Di seguito alcuni consigli per il datore di lavoro per fare in modo che i lavoratori indossino i DPI durante l'esecuzione dell'attività lavorativa:


1. Coinvolgi i lavoratori nella scelta dei DPI

Le persone di solito preferiscono ciò che scelgono da sole: dà loro un senso di indipendenza, individualità e controllo.

Portali dal fornitore o fai venire lui da te quando sono tutti presenti, o consegna loro una copia del catalogo. Il potere di spesa è tuo ovviamente, ma loro potranno esprimere la loro opinione. Coinvolgili nella scelta anche ascoltando le problematiche in merito ai DPI che ti comunicano i tuoi lavoratori.

E' importante, inoltre, considerare anche la presenza di personale di genere femminile perché alcuni DPI potrebbero dovere essere suddivisi per genere per ragioni di comfort, per esempio.


2. Dai il BUON ESEMPIO

Forse l'arma più potente nelle mani di ogni datore di lavoro fino al Top Management delle grandi aziende: il Committement! Indossa tu per primo Elmetto, Scarpe, Mascherina nei luoghi di lavoro dove è richiesto. Dai il buon esempio, se la sicurezza non è importante per te perché dovrebbe esserlo per i tuoi dipendenti?


3. Fai Formazione e Addestramento

Il più delle volte, la scarsa consapevolezza e la bassa percezione del rischio impediscono alle persone di indossare i DPI. La formazione su salute e sicurezza, e in particolare sui DPI, può veramente aiutare a capire quanto sia importante indossare i DPI. Così come ascoltare le storie di persone che hanno subito lesioni o malattie per non aver indossato DPI.

La sensibilizzazione è l'unica arma a disposizione per smuovere anche i più recidivi.


4. Ricorda loro sempre perché è bene indossare i DPI

Non solo perché lo dice la legge, ma perché devono anche tornare sani e salvi da chi li aspetta a casa.

A volte si ha bisogno di un piccolo salto nella realtà; abbiamo bisogno che ci venga mostrato perché dobbiamo indossare i DPI e perché non dovremmo abbassare la guardia.

Metti una bacheca nella sala del personale o dove i lavoratori conservano i propri DPI. Incoraggia le persone ad appuntare alla lavagna le foto dei loro familiari, amici, animali domestici o qualsiasi altra cosa li faccia alzare dal letto la mattina e li motivi a lavorare sicuri ogni giorno.


Privo di qualsiasi discorso sulla legislazione in materia di salute e sicurezza, fungerà da vero promemoria del motivo per cui dovrebbero indossare i DPI e lavorare in sicurezza, se non per se stessi, per gli altri.



Daniela Spano

329 4994356

danielaspanosicurezza@gmail.com



#laSicurezzaèunaCosaSeria

11 visualizzazioni

su news normative, approfondimenti e attività!

RICHIEDI INFORMAZIONI 

danielaspanosicurezza@gmail.com

329 499 43 56

Sede: Civitavecchia, Lazio, Italy.

P. IVA: 15793071000

©2020 di Daniela Spano. Obiettivo Sicurezza. Civitavecchia (RM).

La riproduzione dei contenuti del sito è vietata. Nel caso di condivisione, è fatto obbligo di citare e collegare la fonte tramite link a www.danielaspanosicurezza.com