Visitor Recordings by Visitor Analytics
  • Daniela Spano

Perché l'incidente di Beirut non docet

Aggiornato il: ago 26


Lo conoscono bene gli abitanti di Seveso - comune della Lombardia in provincia di Monza e Brianza - il senso di questo titolo.

Non è un caso che il Nitrato di Ammonio (base per numerosi esplosivi e comburente ovvero: non c'è nemmeno bisogno dell'ossigeno per creare il cosiddetto "triangolo del fuoco", ci pensa lui) sia la prima sostanza indicata tra le sostanze pericolose che ricadono nel campo di applicazione della Direttiva Europea "Seveso III".


Si , perché se stiamo sempre a lamentarci che siamo il paese della carta, delle leggi e delle normative, almeno le leggi le abbiamo e bisognerebbe spingere ad una "globalizzazione" in tal senso.


Fu proprio a seguito dei gravissimi incidenti di Flixborough, Regno Unito (1974), di Seveso, Italia (1976) e di Bophal, India (1984) - 8000 morti, tanto per dire - che i legiferanti europei iniziarono nei primi anni ’80 a discutere su una normativa che regolamentasse gli aspetti di sicurezza e protezione dell’ambiente, in particolare degli impianti con caratteristiche di pericolosità intrinseca.


Da qui la Direttiva, cosiddetta Seveso per i tristi motivi che possiamo immaginare, e le sue 3 "versioni" fino all'ultima recepita in Italia nel 2015, perfezionate a seguito di altri incidenti europei, uno dei quali a Tolosa che coinvolgeva già per l'appunto il Nitrato di Ammonio.


Studio del Territorio, Rapporto di Sicurezza con analisi approfondita della pericolosità delle sostanze e di qualsiasi scenario incidentale ipotizzabile, Calcolo delle distanze delle aree di danno, Indicazione puntuale e dettagliata di tutte le misure di prevenzione di un incidente e di protezione a seguito dell'evento, Pianificazione dell'emergenza e gestione delle fasi post incidente con il coinvolgimento di tutte le Autorità, Informazione alla Popolazione: queste sono solo alcuni degli adempimenti che sarebbero previsti in presenza di un deposito di ammonio di 2.750 tonnellate.


In presenza di un deposito ovviamente, non di un mucchio di Nitrato di Ammonio appoggiato "temporaneamente" in area portuale a 10 minuti a piedi dalle vie dello shopping di Beirut, che è costato la vita a più di 100 persone, per il momento.

29 visualizzazioni

su news normative, approfondimenti e attività!

RICHIEDI INFORMAZIONI 

danielaspanosicurezza@gmail.com

329 499 43 56

Sede: Civitavecchia, Lazio, Italy.

P. IVA: 15793071000

©2020 di Daniela Spano. Obiettivo Sicurezza. Civitavecchia (RM).

La riproduzione dei contenuti del sito è vietata. Nel caso di condivisione, è fatto obbligo di citare e collegare la fonte tramite link a www.danielaspanosicurezza.com