Visitor Recordings by Visitor Analytics
 
  • Daniela Spano

Cosa succederà mai se rimuovi un dispositivo di sicurezza? Te lo dice il codice penale.

Aggiornato il: mag 6


Direttamente dal Capo I - Codice Penale - "Dei delitti di comune pericolo mediante violenza" - Articolo 437 Codice Penale

Rimozione od omissione dolosa di cautele contro infortuni sul lavoro

Chiunque omette di collocare impianti, apparecchi o segnali destinati a prevenire disastri o infortuni sul lavoro, ovvero li rimuove o li danneggia, è punito con la reclusione da sei mesi a cinque anni.


Se dal fatto deriva un disastro o un infortunio, la pena è della reclusione da tre a dieci anni

"Se dal fatto deriva un infortunio .....", quindi la

pena, anche senza infortunio, è comunque prevista.


Nonostante l'espressione "chiunque", il reato in esame, almeno nella sua configurazione omissiva, è un reato proprio, in quanto l'obbligo di predisporre le misure necessarie a garantire la sicurezza nei luoghi di lavoro grava su categorie di soggetti determinate. Si tratta dunque di datori di lavoro, dirigenti e preposti, che però devono essere realmente titolari dei poteri necessari alla predisposizione dei sistemi di sicurezza. (Brocardi.it)

Nel caso in cui la cautela venga rimossa durante un intervento di manutenzione e, per negligenza, non venga riposizionata in sede prima della riconsegna della macchina ai lavoratori, potremmo aggiungere che grava altresì sulla persona incaricata dal datore di lavoro di eseguire la manutenzione e sulla persona deputata al controllo della bontà del lavoro svolto dal manutentore stesso. Verifica che deve necessariamente attuarsi prima che i lavoratori utilizzino nuovamente il macchinario sottoposto a manutenzione.


Cosa è una cautela contro gli infortuni sul lavoro?

Un cartello informativo, un dispositivo di sicurezza o antincendio, un carter di protezione di un macchinario, ma anche di una attrezzatura portatile, di un mezzo, di un impianto, come un parapetto, uno schermo di protezione, un sistema di sicurezza di un mezzo speciale, per es. di un apparecchio di sollevamento: qualsiasi dispositivo o configurazione che sia presente nell'ambiente di lavoro, su un'apparecchiatura, su un impianto allo scopo di tutelare la salute e la sicurezza dei lavoratori.

Cass. pen. n. 28850/2009

Ai fini della configurabilità del reato di cui all'art. 437 c.p., nella nozione di omissione dolosa rientra anche il mancato, consapevole, ripristino di apparecchiature antinfortunistiche, che a causa di precedente manomissione abbiano perduto la loro efficacia di prevenzione degli infortuni sul lavoro.

(Cassazione penale, Sez. I, sentenza n. 28850 del 15 luglio 2009)


Cass. pen. n. 17214/2008

Nel reato di rimozione od omissione dolosa di cautele contro infortuni sul lavoro, il dolo è correlato alla consapevolezza dell'esistenza di una situazione di pericolo discendente dal funzionamento di un'apparecchiatura, segnale o impianto destinato a prevenire l'infortunio e privo della cautela imposta, e alla volontà di accettare il rischio di quest'ultimo, consentendo il funzionamento senza la cautela stessa.

(Cassazione penale, Sez. I, sentenza n. 17214 del 24 aprile 2008)

Ing. Daniela Spano

329 4994356

danielaspanosicurezza@gmail.com



#laSicurezzaèunaCosaSeria


La frase più pericolosa in assoluto? "Abbiamo sempre fatto così"

(G. Hopper)



Post recenti

Mostra tutti